Scientia et panem

Oggi vorrei descrivere un prodotto per alimentazione che ho avuto occasione di apprezzare in questo periodo.

Mi riferisco al pane speciale Primus  che l’amico Sandro Santolin produce in quel di Carpi (MO) in diverse varianti.

2017-06-22 07.12.05 (Medium)

Nello specifico ho provato (e sto ancora mangiando) il 100, il Bianco, il Ciocco e lo Zenzero.

Leggo sull’abbondante materiale informativo che l’accompagna, che questo pane è frutto di ricerche attente in collaborazione con le università di Modena e Milano.

 

2017-06-22 07.12.34 (Medium)

Non sono uno specialista del settore panificazione, ma intuisco che dietro ci sia la volontà di rispondere alla crescente domanda del pubblico di qualità e salubrità. Conoscendo un poco Sandro, titolare di questo forno, so che c’è anche la voglia di offrire un prodotto sostenibile dal punto di vista ambientale, per via della ricerca di ingredienti selezionati.

Ma veniamo alla prova sulla tavola di tutti i giorni.

Il prodotto si presenta confezionato molto bene, in un cartoccio che lo può proteggere diversi giorni. Le indicazioni sono impresse all’esterno.

2017-06-22 07.16.21 (Medium)

Le istruzioni che accompagnano il prodotto, suggeriscono di tostare il pane affettato prima di consumarlo. Ebbene, proseguendo con una consuetudine già consolidata in famiglia col pane fatto in casa, una volta affettato i panetti o il filone (Primus 100), lo si tosta e lo si mangia caldo o quasi.

In questo modo si sprigiona un profumo particolare direi di altri tempi, ed il sapore risulta intenso. Tuttavia si accompagna bene con varie pietanze senza sovrastarne il gusto.

2017-06-22 07.13.14 (Medium)

Al mattino abbiamo apprezzato la versione Cioco e la versione Zenzero a colazione. Ai nostri ragazzi Alexander e Veronica ovviamente è piaciuto di più la versione al cioccolato.

2017-06-22 07.32.52 (Medium)

Dopo diversi giorni di consumo, personalmente ho maturato preferenza per il filone (100) e per la versione con lo Zenzero.

2017-06-22 07.37.04 (Medium)

Il prezzo di acquisto è alto se riferito ai prodotti di panificazione comune, ma secondo me in linea con il genere di prodotti di provenienza e fattura biologica.

Dopo averlo affettato l’ho congelato e usato secondo necessità. Questa modalità è prevista dal produttore, che assicura non generi degrado nell’alimento.

Che dire? Se siete alla ricerca di un pane speciale, anche per situazioni alimentari particolari, vi suggerisco di provarlo. Ma prendetevi il tempo anche di leggere la corposa e interessante documentazione che l’accompagna e prima ancora quella del Forno on line.

Bravo Sandro!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...