Inaugurato nuovo punto di ricarica veicoli elettrici a Portogruaro (VE)

Finalmente nella città di Portogruaro (VE) abbiamo una stazione di ricarica per veicoli elettrici!

Foto 2 (Small)
Il nuovo punto di ricarica veicoli a Portogruaro

L’impianto di per sé è relativamente semplice, trattandosi di un erogatore standard per questa applicazione, con potenza disponibile di 7,4 kW in corrente alternata, installato nelle pertinenze di un locale commerciale. In poco più di tre ore si può fare il “pieno” ad una Renault Zoe o una Nissan Leaf!  Ma anche in una sola ora si riesce a rabboccare l’energia necessaria per percorrere 40 km ad emissioni zero!

Quello che rileva è il servizio che può offrire un simile sito che si trova lungo la statale 14, detta triestina, e vicino alla strada regionale Postumia per Treviso, quindi in un punto nodale della viabilità del Veneto orientale.

In effetti, i veicoli elettrici moderni allo stato attuale dell’arte, percorrono mediamente tra i 130-150 km con un pieno di elettricità. Non avendo altra possibilità, quando i conduttori vanno fuori porta, cioè fuori dai tragitti abituali, casa – lavoro, ecc.. potrebbero aver necessità di rabboccare energia per proseguire il viaggio.

Foto 3 (Small)
La Renault Zoe di Pasquale in carica

Ebbene in questo caso, la caffetteria, sala giochi e ricevitoria 3Bar’S di Massimo Petracca, offre il servizio di ricarica  batterie e anche ristoro e intrattenimento. Vista la vicinanza al centro città, che dista appena 400 metri dalla antica porta di S.Agnese, è anche possibile e consigliato fare una passeggiata per visitare il bel centro cittadino.

3Bar's Personale (Small)
Nel locale 3Bar’S troverete Giulia, Sabrina e Debora

Questo è stato possibile su mia proposta, semplicemente per l’intuizione che un simile servizio costituisce un vantaggio commerciale, attirando nuovi clienti forestieri. Ciò a fronte di un investimento economico tutto sommato modesto, anche perchè in questo caso il sottoscritto vi ha partecipato. L’iniziativa  risponde anche alla sensibilità ambientale del titolare dell’attività commerciale che vuole agevolare gli spostamenti di veicoli senza emissioni nocive.

Naturalmente il cerchio si chiude con la fornitura di energia elettrica che proviene da fonte rinnovabile certificata.

Massimo e Pasquale (Small)
Pasquale e Massimo

Questo tipo di iniziative dovrebbero arrivare anche dall’amministrazione comunale che deve dare il buon esempio ed indicare la strada a tutti i cittadini. Tuttavia, poiché la richiesta di servizio registrata fino ad oggi arriva soprattutto da forestieri e specialmente stranieri,  la necessità di realizzare infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici sfugge alle amministrazioni ritenendole non necessarie e non urgenti per la città.

Anche le istituzioni tacciono, la Regione Veneto in primis.

Se si diffondesse questo servizio sul territorio, il cittadino prenderebbe fiducia nella mobilità elettrica e comincerebbe a muoversi in questo modo. All’estero sta già succedendo. Guardate le statistiche di vendita quì.

Notizie sui punti di ricarica sono reperibili su apposite mappe come:

Goelectricstations, Chargemap, Plugshare

Purtroppo l’inquinamento dell’aria incombe sempre più, vuoi per il riscaldamento domestico, specialmente a biomassa legnosa (legna, pellet), vuoi per i veicoli, specialmente quelli diesel. A proposito: quì potete monitorare la qualità dell’aria a Portogruaro.  Guarda caso uno dei provvedimenti necessari è proprio quello di ridurre le emissioni dei veicoli sulla strada. Tra l’altro ce lo chiede l’Europa.

Questa operazione vuole essere anche uno stimolo ad impegnarsi tutti su questo fronte per la salute pubblica e per i nostri figli in definitiva.

È vero: i veicoli elettrici costano di più degli altri, ma ci sono un sacco di vetture elettriche usate là fuori molto convenienti. Tenete presente che tali veicoli non si guastano come quelli tradizionali inquinanti. Dunque l’usato vale molto di più. Pure l’autonomia limitata rappresenta uno spauracchio per molti. Anche qui ci sono le risposte: è provato che l’80% della popolazione percorre meno di 50 km al giorno. Se anche voi siete nella media il veicolo elettrico fa per voi. (Se volete un aiuto scrivetemi).

Citroen C-Zero – Renault Kangoo Z.E.,  Renault Zoe, Nissan Leaf

Probabilmente, fra non molto Massimo, il titolare del locale 3Bar’S, deciderà di prendersi un veicolo elettrico ad uso personale usufruendo del servizio creato sul posto. Anche i suoi dipendenti potranno usufruire della stazione di ricarica se volessero seguire l’esempio del titolare.  In questo modo tutti sfrutteranno al massimo le potenzialità offerte dai veicoli elettrici. Cioè: bassi costi di gestione –  no bollo, RCA ridotta ad un terzo, quasi zero manutenzione con tagliandi periodici di costo ridicolo (60 euro iva compresa) e costo carburante ridotto a due Euro di elettricità per 100 km di percorrenza.

Alimentare direttamente con energia rinnovabile il proprio veicolo senza passare dalla pompa di carburante fossile proveniente da paesi lontani e non inquinare vuol dire: emanciparsi e divenire più indipendenti. Meditate gente!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...