Novembre: mese del maltempo

Da qualche anno a questa parte, il mese di novembre crea disagi e malanni sul territorio. Anche nel 2014 nel giorno 12, si è verificato puntuale il fenomeno, dovuto sembra al riscaldamento globale.

Allagamento 13 nov 2014 - 2 (Custom)

Nell’area in cui vivo, cioè nel Nord Est d’Italia, si sono registrati più danni del solito, che significa: seminterrati allagati con tutto quello che c’era dentro, cioè automobili, arredi, masserizie varie.

Allagamento 13 nov 2014 (Custom)

 

Questa volta gli avvertimenti ci sono stati per tempo da parte di autorità e mezzi di comunicazione, ma non è bastato a limitare i danni. Complice è stata la caduta delle foglie che cadono copiose proprio in questo periodo e vanno ad intasare le caditoie dell’acqua meteorica lungo i marciapiedi delle strade e dei viali.

Ma la natura fa il suo corso e noi uomini non  sappiamo sempre vivere in armonia con questa. Penso che si è costruito troppo e male. Penso che gli edifici dovrebbero avere, per esempio, dei sistemi di raccolta acqua piovana che potrebbero mitigare in questi periodi l’effetto valanga dell’enorme quantità di pioggia che cade in poco tempo. Dovremmo avere i tetti verdi, cioè con il prato al posto delle tegole, che sono capaci di assorbire acqua e rilasciarla lentamente mitigando il caldo d’estate ed evitando le isole di calore in città.

Purtroppo non abbiamo queste abitudini nelle costruzioni e dunque ci dobbiamo difendere come possiamo.

Il comune di Portogruaro, tra i vari provvedimenti presi in questi giorni,  ha organizzato la distribuzione di sacchetti per la sabbia a protezione delle abitazioni. Tuttavia ho capito che molta gente non sa utilizzarli correttamente e dunque voglio con l’occasione fornire qui alcuni suggerimenti utili che provengono da esperienze altrui, dopo essermi documentato.

La protezione civile dello stato del Queensland (Australia) ha ben documentato ed organizzato le situazioni di crisi, che da quelle parti sono piuttosto importanti. Ecco un utile pubblicazione in italiano da leggere e condividere:

Utilizzo sacchetti di sabbia contro alluvioni DL May 2013_Translation_Italian

Come pure il video (in lingua inglese) che mostra come operare effettivamente.

Voglio suggerire a tutti quelli che hanno servizi igienici nei seminterrati, come lavanderie, gabinetti, ecc… che dovrebbero tenere normalmente chiusi pozzetti di scolo, scarichi dei sanitari, docce comprese. Infatti quando meno se l’aspetti può arrivare una bomba d’acqua e mettere in crisi il sistema fognario della città.

Ovviamente io mi sono attrezzato con cassone d’espansione, paratie, tappi e sacchetti vari.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...