Confermo: il mantenimento di un veicolo elettrico è conveniente

È passato quasi un anno da quando abbiamo acquistato la nostra vettura elettrica Renault Zoe. Abbiamo percorso con soddisfazione circa 15 mila chilometri tra le provincie di Venezia, Treviso, Pordenone e Udine ed è arrivato anche il momento di effettuare il primo controllo in concessionaria. Per questa auto esso è previsto dopo un anno o 30 mila chilometri.

Ebbene, io e mia moglie Sabina attendevamo di capire quanto oneroso fosse il mantenimento di questo veicolo particolare, innovativo. In fondo, uno degli argomenti a favore delle nuove auto a trazione solo elettrica (non ibrida) era proprio la semplicità costruttiva del propulsore, paragonabile dico sempre ad un aspirapolvere. Non a caso si dice: “Quel che non c’è non si rompe!” Non è vero?

Dunque, confermiamo l’aspettativa: il tagliando effettuato pochi giorni or sono (primi di luglio 2014) presso la concessionaria Renault di Pordenone è stato veloce, semplice e soprattutto economico! In pratica è stato sostituito il filtro aria dell’abitacolo ed aggiornato il software del corredo multimediale e di navigazione. Quindi una piccola quota di consumabili (il filtro aria) e una parte maggiore di lavoro.

Ed il costo? sessanta Euro iva compresa!

Mi ha colpito che l’impiegata dell’accettazione abbia chiesto più volte conferma al capo officina che fosse proprio così, con solo quelle due voci nella lista dei lavori da eseguire. Evidentemente non sono abituati ed è effettivamente inusuale quella cifra per un tagliando annuale.

Normalmente, bisogna cambiare come minimo: l’olio ed il filtro motore, filtro aria alimentazione ed abitacolo, verifiche alle cinghie, e al radiatore dell’acqua e se c’è quello dell’olio, ed effettuare  eventuali rabbocchi e così via. Infatti poi il costo diventa attorno alle duecento euro a seconda dell’auto.

Va da se che man mano l’auto diventa più vecchia  e bisogna effettuare delle sostituzioni più importanti a parti  del propulsore o suoi accessori –  mi viene in mente la marmitta o i dischi dei freni.

Quanti rifiuti che si producono!

Su un auto elettrica, questa necessità non c’è, semplicemente perché molte parti non ci sono. Per esempio: essendo il sistema frenante rigenerativo, cioè si frena normalmente col freno motore elettrico che carica la batteria, i relativi componenti (come i dischi o le pastiglie) si consumano molto poco.

Tra gli altri, la batteria di trazione della nostra Zoe è a noleggio e dunque non è al momento una preoccupazione. Non è meraviglioso?

Alcuni conoscenti che possiedono auto elettriche della stessa generazione, come la Nissan Leaf, mi confermano la stessa cifra per il loro tagliando annuale.

Quindi siamo ancora più contenti di questa scelta che si conferma pulita per l’ambiente e sostenibile anche per il portafogli.

Meditate gente, meditate!

Annunci

Un pensiero su “Confermo: il mantenimento di un veicolo elettrico è conveniente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...