Risolto problemi di prestazione su inverter fotovoltaico Aurora Power

Scrivo questo articolo a beneficio di chi come me ha l’impianto fotovoltaico e lamenta problemi di prestazioni di picco.  Il mio caso particolare è stato risolto.

Ritenendo diffuso il problema, spero che  condividendo la soluzione possa aiutare qualcun altro.

17 giugno 2013

Sono possessore di un inverter Aurora della PowerOne modello PVI-3.0-TL-OUTD collegato ad un pannello fotovoltaico da 2,88 KWp. Impianto installato a fine agosto 2012.

IMAG0940

Ho aderito al sistema di monitoraggio MyMonitor utilizzando il dispositivo CurrentCost.

Dopo diversi mesi di osservazione sul funzionamento dell’impianto, mi sono accorto di un problema che riguarda la produzione di picco.

Essa è difettosa! Questa è causata dalla configurazione dell’Inverter che ho appena accertato e qui documenterò.

L’attenta osservazione del grafico di produzione, mi ha permesso di capire che l’inverter non raggiungeva mai un picco superiore ai 1950  KWp durante la giornata, diversamente dal mio vecchio impianto esistente di potenza molto simile (2,92 KWp).

In pratica, arrivati verso le ore 11 del mattino, la produzione di picco si assestava sempre sotto i 2000 Watt e questo per circa quattro ore, cioè quando il sole comincia a calare. Ciò disegna un grafico di produzione con la campana schiacciata in alto.

Aurora prima - venerdi 14 giugno 2013  --

Sembrava come se l’inverter, raggiunto una certa soglia si fermasse e avesse dei problemi: come se andasse in saturazione.

Parlando con l’amico Fabio C., che ne ha visti tanti di grafici di produzione fotovoltaica, è venuto fuori che aveva già visto una  situazione del genere.

Ebbene si trattava proprio di un caso con impianto molto simile al mio, e soprattutto stesso inverter PowerOne Aurora. Mi ha riferito che si è rivelato poi un problema di configurazione dell’inverter.

E’ stato risolto cambiando la configurazione dei canali di ingresso in continua.

In effetti questo inverter ha due canali destinati ad altrettante stringhe. Nel mio caso il pannello composto da 12 moduli è collegato in serie su di un unico canale formando una unica stringa. Il secondo canale di input non è collegato.

Con le indicazioni ricevute ho potuto correggere il problema. In effetti ho trovato riscontro nel manuale dell’inverter stesso,  che allego qui alla pagina che spiega la configurazione.

Manual for Aurora Photovoltaic Inverters - estratto

Inutile dirlo: immediatamente alla sera stessa, atteso lo spegnimento del sistema (causa mancanza di luce) ho eseguito personalmente il cambio di configurazione sull’inverter e il giorno dopo ho potuto accertare la differenza.

Ecco il grafico di produzione  dopo la modifica.

Aurora dopo 1 - sabato 15 giugno 2013 --

In pratica si tratta di cambiare a modalità di input della tensione in corrente continua dell’inverter dalla configurazione singola stringa alla configurazione parallelo cioè con tutti e due canali collegati. Ho utilizzato due cavallotti che avevo come accessori di questo
inverter e modificato la posizione di un commutatore (DIP Switch).

Sto monitorando l’effetto di questa modifica di configurazione sul inverter, ma già vedo una differenza, che in questi  giorni di caldo intenso vale “solo” 900 watt ora. Credo che in altre giornate meno calde e meno afose possa arrivare anche un kilowattora e  mezzo di produzione in più!.

Evidentemente la ditta che ha installato il mio impianto a suo tempo ha ritenuto sufficiente quella configurazione, ma non ha mai verificato effettivamente la resa. Ne i suoi clienti gli hanno riferito di problemi.

Questa nota credo sia utile a tutti i possessori di inverter a doppio canale e credo ce ne siano tanti.

Attraverso il monitoraggio e la valutazione comparata è stato possibile capire il problema ed intervenire subito.

Buona fortuna!

Rimango a disposizione.

Annunci

3 pensieri su “Risolto problemi di prestazione su inverter fotovoltaico Aurora Power

  1. ho lo stesso problema ed installatore e progettista stanno negando si tratti di un problema. Per loro 2kw è il limite reale dell’impianto. Purtroppo mi è venuto il sospetto solo ieri e il suo articolo è la conferma.
    Grazie 2000 kw :-))

    1. Vincenzo mi fa piacere che ti sia stato utile. È importante vedere la curva di produzione per capire se disegna una campana. Altrimenti è più difficile rilevare la limitazione. Buona fortuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...